Progetto ProOne

Introduzione

ProOne nasce nel 2006, da alcune precedenti esperienze, durate circa 10 anni (1995-2005), nelle quali sono stati sviluppati software su commessa per un centinaio di PMI dei più svariati settori e dimensioni (sia di organico che per quanto attiene il volume d’affari).

Tali esperienze hanno consentito di riconoscere alcune entità di base che, anche se chiamate, ed immaginate, in modo diverso in ciascuna realtà aziendale, possono essere “unificate” in una visione astratta unica.

L’astrazione e la modellazione sono, infatti, la base di tutte le evoluzioni del sapere umano. Si pensi, ad esempio, come l’alfabeto, i numeri, le note musicali siano tutte astrazioni e modellazioni di esperienze precedenti e come queste astrazioni abbiano apportato un vero progresso alle relative discipline.

Un altro pilastro sul quale si basa ProOne è l’affermazione, attribuita a Henry Ford, secondo la quale “c’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti”. Questo ha condizionato, soprattutto, le politiche di pricing dei progetti ProOne e la politica di gestione degli aggiornamenti.

Perché “progetto”

Con le premesse di cui sopra, non risulterà difficile, capire che ProOne non è un prodotto ma, piuttosto, un progetto. Peraltro un progetto aperto, in continua evoluzione. Decidere di adottare ProOne come strumento di gestione per la propria azienda non corrisponde ad acquistare ed installare un software ma, piuttosto, significa plasmare la soluzione secondo le specifiche esigenze aziendali. Continuando con il paragone delle note musicali: dotarsi di ProOne non significa acquistare una melodia ma dotarsi di tutte le note per scrivere la propria melodia.

Ambiti del progetto ProOne

Con ProOne si possono modellare i seguenti processi aziendali:

  • gestione dei prodotti (anagrafiche, distinte base, classi e prodotti configurabili, ecc.)
  • gestione commerciale (offerte, conferme d’ordine, ecc.)
  • gestione marketing (eventi, lead, task, ecc.)
  • gestione dei processi interni (workflow)
  • gestione delle commesse
  • gestione dei lotti (anche con riferimento a problematiche di tracciabilità)
  • gestione delle vendite (documenti di trasporto, fatture, note di credito, ecc.)
  • gestione commerciale di acquisto (richieste di offerta, richieste di acquisto, ordini di acquisto, ecc.)
  • gestione acquisti (documenti di trasporto in ingresso, fatture ricevute, note di credito ricevute, ecc.)
  • gestione della produzione sia essa interna o in contro lavoro esterno
  • gestione dei magazzini (anche quelli presso i terzisti)
  • gestione incassi e pagamenti
  • contabilità generale
  • gestione del personale con particolare riferimento alla rilevazione dei costi su commessa
  • gestione delle attrezzature
L’elenco di cui sopra non è certamente esaustivo in quanto, come detto, nelle aziende, e soprattutto nelle PMI, i processi da gestire sono molteplici e definiti in maniera, spesso, personalizzata. Continuando con la metafora avviata sopra, ProOne fornisce le note musicali per scrivere la propria partitura ovvero, esso dispone delle strutture di base che, nell’ambito del progetto di implementazione, vanno parametrate e modellate per gestire tutte le specificità del caso.

Costi di un progetto ProOne

Come già detto nell’introduzione, l’aforisma fordiano “c’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti” ha condizionato alcune scelte delle politiche di pricing di ProOne. Queste scelte sono sensibilmente differenti da quelle attuate nella usuale distribuzione di software perché, come ampiamente indicato sopra, ProOne non è un software ma un progetto, una filosofia di gestione differente che merita criteri di costo differenti.

Per questo:

  1. l’implementazione di un progetto ProOne richiede un modesto investimento iniziale indipendente dal numero di posti di lavoro, dalle dimensioni dell’azienda e dai processi effettivamente utilizzati; questo investimento iniziale serve per acquisire tutte le funzionalità di ProOne nella sua versione corrente e per garantirsi tutti gli aggiornamenti futuri;
  2. oltre all’investimento di cui al punto 1, ogni progetto, richiede l’attività per ingegnerizzare i processi aziendali negli spazi dimensionali offerti da ProOne; questa attività è preventivata in funzione dei processi da gestire;
  3. ProOne non richiede il pagamento di alcun canone annuo né sotto forma di manutenzione né per utilizzo da parte degli utenti;
  4. gli aggiornamenti sono costantemente resi pubblici e disponibili a tutti i clienti, e sono illustrati e commentati per tramite del sito Internet.